Destination Wedding (parte 1/2)

Destination Wedding. Sogni una favola a colori?

Per chi non mastica l’inglese l’espressione Destination Wedding potrebbe essere un nuovo tema per il matrimonio (Boho chic, Shabby ecc.)… invece niente di più semplice… alzi la mano chi di noi fanciulle, fin da piccola, non ha sognato un matrimonio da favola in un posto incantevole, dall’isola tropicale con il tramonto sul mare al castello medievale ecc.

Di cosa si tratta?

L’espressione è difficilmente traducibile in italiano, oltre che per motivi di sfumature dovute alla lingua, soprattutto perché per descrivere esattamente di cosa si tratta una parola sola non basterebbe, nel mondo anglosassone sono sempre avanti! Da diverso tempo, infatti, in Gran Bretagna e anche negli Stati Uniti, è diffusa la moda di sposarsi in location esclusive dai Caraibi alle Hawaii, dalla campagna toscana – ormai ribattezzata Chiantishire nella zona del Chianti – ai mari esotici dell’Oceano Indiano.

In Italia invece solo da qualche anno sta diventando una scelta più diffusa soprattutto da chi, non avendo grandi problemi di budget, può fare le valigie per tutti e partire alla volta del luogo dei propri sogni.

Qualche meta super gettonata?

Mare ma non solo:

  • dalle Baleari, Ibiza e Formentera in particolare, ai classicissimi Caraibi ma anche Messico e a sorpresa qualche Paese asiatico dove le spiagge sono incantevoli e i resort di lusso
  • città d’arte come Venezia, Roma, Parigi, Barcellona, Firenze, Berlino, Vienna, ecc.
  • ultimo trend in crescita la classica crociera !

Aggiungi commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *